Crediti immagine:  TFF via FB

Salone del Libro di Torino: nasce la Sala della Montagna

Dal 18 al 22 maggio si terrà l’edizione 2023 del Salone Internazionale del Libro, che da 35 anni anima con incontri, dibattiti e presentazioni non solo Torino, che lo ospita, ma l’intero mondo editoriale italiano e internazionale.

Quest’anno c’è un’ottima notizia per l’editoria di montagna: per la prima volta all’interno del Salone del Libro sarà ospitato uno stand denominato Sala della Montagna (padiglione Oval, stand Trentino, W38) interamente dedicato alla narrazione e alla cultura d’alta quota, uno spazio dinamico dove i valori della sostenibilità e delle terre alte saranno presentati al pubblico grazie a incontri culturali e con gli autori, attraverso un vasto e interessante programma.

Una bella occasione per uscire dai soliti circuiti tematici, che è stata resa possibile grazie alla partnership tra Trentino Marketing e il Trento Film Festival, che cura la programmazione scientifica della Sala della Montagna, in collaborazione con il Premio ITAS del Libro di Montagna.

Il Trento Film Festival dal 1952 racconta le montagne del mondo e le loro culture attraverso una pluralità di linguaggi: quello della letteratura è uno dei più significativi, e non è un caso che MontagnaLibri ormai sia da tantissimi anni una delle rassegne più apprezzate dal pubblico del Festival” ha dichiarato Mauro Leveghi, presidente del Trento Film Festival. “Per noi è un onore quindi portare questa nostra consolidata esperienza al Salone del Libro, la vetrina più importante dell’editoria italiana, per promuovere la letteratura legata ai temi della montagna, dell’esplorazione, dell’avventura e delle culture delle terre alte”.

Gli appuntamenti letterari alla Sala della Montagna del Salone del Libro

Sono davvero tantissimi gli appuntamenti letterari organizzati all’interno della Sala della Montagna, dove verranno presentate le molte novità editoriali, tra libri per bambini e ragazzi, narrativa, guide e biografie.

Tutti i giorni alle 13.15 Trentino Marketing alla Sala della Montagna presenterà i prodotti tipici di eccellenza del territorio trentino, dalle mele ai formaggi passando per la trota e il salmerino alpino.

Giovedì 18 maggio

Il primo appuntamento alle ore 10.45 è dedicato a Ragazze in capo al mondo (Editoriale Scienza), dieci storie di viaggiatrici ed esploratrici che sono andate controcorrente, sfidando le convenzioni del loro tempo, per conoscere popoli, culture e territori lontani. Laura Ogna, autrice, dialogherà con Linda Cottino.

Cosa vuol dire essere piccoli e grandi, e rispetto a che cosa? A tentare di rispondere a questa difficile domanda ci penserà 12.00 Sara Donati, autrice di Papà montagna (Terre di mezzo).

Alle 14.30 Andrea Greci, Direttore Responsabile della Rivista del Club Alpino Italiano, racconta il nuovo bimestrale, completamente rinnovato in ogni suo aspetto.

Alle 15.45 spazio al racconto di viaggio con Mauro Neri e il suo (ADAGIO) Trekking letterario per nuovi orizzonti lungo il Cammino Jacopeo d’Anaunia (Edizioni del Faro). Alle 17.00 è il turno di Michil Costa, autore di FuTurismo. Un accorato appello contro la monocultura turistica (Raetia), vincitore della sezione Ricerca e ambiente del Premio ITAS del Libro di Montagna, in dialogo con Enrico Cereghini.

Chiude alle 18.15 la prima giornata del Salone Enrico Camanni, che dialogherà con Leonardo Bizzaro intorno al suo ultimo libro, Se non dovessi tornare. La vita bruciata di Gary Hemming, alpinista fragile (Mondadori).

Venerdì 19 maggio

La giornata si apre alle 10.45 con Davide Longo, che presenta il suo libro per bambini Montagna si scrive stampatello (Salani e CAI): il racconto di un viaggio emozionante alla scoperta della natura; un dialogo profondo e divertente tra genitore e figlio che mette in luce tutte le sfumature che colorano la crescita.

Alle 12.00 è protagonista il vincitore del libro vincitore del Premio ITAS del Libro di Montagna – sezione ragazzi, Il grande libro delle Alpi (Slow Food Editore), presentato da Carlo Bogliotti: un territorio mozzafiato che non conosce confini nazionali, raccontato nella sua variegata e meravigliosa bellezza in più di 1000 cartine, infografiche e illustrazioni.

Nel pomeriggio alle 14.30 si prosegue con il Premio ITAS con il vincitore della menzione speciale Silvio Agostini, autore di Gl’imprudenti. Animi assetati di altezza e di infinito (La Grafica): un volume di oltre 500 pagine corredato di immagini storiche, che racconta le vicende della generazione audace e coraggiosa che fu protagonista dell’alpinismo eroico.

Alle 15.45 Il punto alto della felicità: salite, orizzonti e confini, doppia presentazione a cura di Ediciclo editore con Niccolò Bulanti (Uomo in salita) e Tino Mantarro (L’attrazione dei passi), in dialogo con Enrico Camanni, scrittore giornalista e alpinista italiano.

Alle 17.00 Marco Albino Ferrari presenta Assalto alle Alpi (Giulio Einaudi Editore), l’incredibile, quanto sconosciuta storia di Giacomo Fedriani e di Viola St. Gréé, mega stazione di sci sorta negli anni 70 sulle Alpi Liguri, e poi annegata nella pioggia. Si prosegue alle 18.15 con Massimiliano Ossini e il suo I monti azzurri. In cammino sugli Appennini (Rizzoli), in dialogo con Vinicio Stefanello.

La giornata si chiude alle 19.30 con Orso Tosco, autore di Nanga Parbat. L’ossessione della montagna nuda (66thand2nd), insieme a Raffaele Riba e Marco Lupo: tra le montagne più alte della Terra, il Nanga Parbat è sogno, miraggio, ossessione per le alpiniste e gli alpinisti che nel tempo hanno rischiato la vita pur di scalarlo: da Mummery a Nardi, dai fratelli Messner a Meroi.

Sabato 20 maggio

Si parte alle 10.30 con In Trentino-Alto Adige con Lonely Planet, in collaborazione con EDT: gli autori della guida Denis Falconieri e Piero Pasini, moderati da Linda Cottino, raccontano i luoghi più famosi e quelli meno conosciuti di questa regione: la bellezza delle sue montagne, la dolcezza delle valli, le attività all’aperto e l’incredibile ospitalità degli abitanti.

Alle 11.45 Yuri Basilicò e Sara Furlanetto presentano Va’ Sentiero (Rizzoli), un libro fotografico che vuole ispirare a un turismo lento e consapevole, per permetterci di scoprire la bellezza delle Terre Alte. Alle 13.00 è invece il momento di Cercatori d’erba. Malghe da formaggio in Trentino (Scripta Edizioni): l’alpeggio, oggi, raccontato a tre voci, quelle di Marco Simonini, Francesco Gubert e Amina Pedrinolla.

Primo appuntamento del pomeriggio è alle 14.30 con Alberto Rollo, che con Alessandro Mari, presenta Il grande cielo (Ponte alle Grazie e CAI): un uomo di pianura, di libri e di città scopre, per stimolo paterno, con immaginazione e passione, il suo passo unico sul sentiero della montagna. Alle 15.45 Claudio Ambrosi e Anna Facchini presentano invece Al passo della montagna (SAT e Fondazione Museo storico del Trentino): il volume ripercorre la storia della Società degli Alpinisti Tridentini, che nei suoi 150 anni di vita ha perseguito con continuità lo studio dell’ambiente alpino divulgandone i valori e le sue peculiarità naturalistiche.

Protagonista dell’evento delle 17.00 è il Trento Film festival con la presentazione di Scalare il tempo. Settant’anni di Trento Film Festival (Montura Editing), in collaborazione con Fondazione Museo storico del Trentino: una narrazione corale della più antica manifestazione internazionale dedicata al cinema e alle culture della montagna.

A seguire, alle 18.15, spazio a Thomas Huber, in dialogo con Luca Calvi, con il suo In montagna sono libero (Corbaccio editore), autobiografia di uno degli alpinisti più famosi del nostro tempo e un inno alla libertà. La giornata si chiude alle 19.30 con Immagini di montagna: a partire dalle narrazioni e dalle suggestive ed emozionanti illustrazioni dell’albo illustrato Il passo di ciascuno (Terre di mezzo Editore), Oriana Picceni e Letizia Bolzani dialogheranno intorno alla montagna e al suo immaginario, attraverso immagini, albi e letteratura.

Domenica 21

Domenica 21 maggio alle ore 10.30 ci si immergerà attraverso la lettura dal vivo, le musiche e le sonorizzazioni 3D in tempo reale in BAGLIORE live: Emanuale Lapiana, Martina Tamburello e Gianluca Taraborelli daranno vita alla versione live di BAGLIORE, il podcast narrativo del Premio ITAS.

Alle 11.45 omaggio a Giovanna Zangrandi, autrice di I giorni veri (Ponte alle Grazie e CAI), con Francesca Sensini e Camilla Valletti: la testimonianza di una donna straordinaria dell’esperienza fondante della guerra di Liberazione.

Alle 13.00 è il turno di Raccontare il Trentino del Vino (Publistampa), con Nereo Pederzolli e Rosa Roncador. Alle 14.30 Franco Faggiani presenterà L’inventario delle nuvole (Fazi editore) con Valeria Tron, scrittrice e cantautrice. Gente di montagna, mestieri antichi, una storia affascinante da raccontare.

Alle 17.00 Anna Torretta, una delle più forti alpiniste italiane e guida alpina, autrice di Dal tetto di casa vedo il mondo (Corbaccio editore), uno spaccato di vita famigliare che racconta l’importanza della natura, dell’attività fisica e della capacità di coltivare obiettivi e sogni. Chiude la giornata alle 18.15 Sofia Gallo, autrice di Junko Tabei. La prima donna in cima all’Everest (Solferino), biografia di una donna che ha saputo sfidare le convenzioni del suo Paese e gli usi e i costumi del mondo dell’alpinismo.

Lunedì 22 maggio

L’ultimo giorno di Salone si apre alle 10.45 con Giorgia Pallaoro e il suo Il roseto di re Laurino (Corraini Edizioni), in collaborazione con Poste Italiane. A partire dalla lettura di questo piccolo libro si passeranno in rassegna le figure straordinarie legate alle Dolomiti e alle tradizioni delle Alpi orientali.

Alle 12.00 doppia presentazione con Giuseppe Festa, autore di Il passaggio dell’orso (Salani, edizione speciale per i 10 anni del libro) e L’estate dell’Orsa Maggiore (Garzanti): un sorprendente viaggio fra gli orsi attraverso aneddoti, immagini e musica dal vivo.

Appuntamenti dedicati alla montagna nelle altre sale del Salone del Libro

Le terre alte non saranno però confinate solo alla Sala della Montagna. Diversi sono gli appuntamenti che si terranno nei giorni del Salone del Libro all’interno di altre sale.

Venerdì 19 maggio presso la Sala Azzurra alle 10.45 verrà presentata l’edizione 2023 dei Suoni delle Dolomiti; mentre sabato 20 maggio alle 11.00 in Sala Oro si svolgerà l’insolito confronto tra Mauro Corona, con il suo ultimo libro, Le cinque porte (Mondadori), e Oscar Farinetti, autore di È nata prima la gallina… forse (Slow Food Editore), in dialogo con Bianca Berlinguer.

Sempre il 19 maggio alle 15.30 al Lab Scrittura, PAD 2, sarà presentato il kit didattico Tra cinema e natura. Educazione all’immagine per la formazione allo sviluppo sostenibile, realizzato dal Trento Film Festival per promuovere l’audiovisivo come strumento educativo e approfondire gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 attraverso il cinema.

Domenica 21 maggio alle 18.45 in Sala Olimpica si svolgerà l’evento Una guida per non perdersi (o per ritrovarsi), un dialogo a più voci sull’inaspettata realtà delle raccolte di itinerari per la montagna, con Leonardo Bizzaro, Enrico Brizzi, Roberto Capucciati, Andrea Greci, Maurizio “Manolo” Zanolla.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
1 Comment
Il più vecchio
Il più recente Il più votato
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Benvenuti sul nuovo portale di Mountain Genius! - Mountain Genius
6 mesi fa

[…] 18 Maggio 2023 1 […]