giochi-invernali-asia

Un paradosso: l’Arabia Saudita ospiterà i giochi invernali asiatici 2029

Secondo quando dichiarato, i giochi invernali si svolgeranno in una località montana, attualmente in progettazione, nel Golfo Arabo. L’ambizioso progetto, chiamato Neom, costerà 500 miliardi di dollari.

“Con il supporto illimitato della leadership saudita e di Sua Altezza Reale il Principe Ereditario al settore sportivo siamo orgogliosi di annunciare che abbiamo vinto la gara per ospitare Awg Trojena2029 come il primo Paese dell’Asia occidentale” ha dichiarato Abdulaziz Bin Turki Al-Faisal, ministro dello sport del Paese arabo che si prepara per la creazione di un mondo completamente artificiale. Sci all’aperto, un lago e una riserva naturale, questo quanto previsto dal progetto high-tech. 

26500 chilometri quadrati di superficie che fanno piombare all’interno di un universo parallelo che guarda con sfida alla crisi climatica in atto. Secondo quanto affermato dai progettisti la struttura sarà interamente a impatto zero, anche se per il momento risulta difficile immaginarlo. Soprattutto ragionando sul luogo scelto. Ci troviamo infatti in una delle aree desertiche più grandi e aride al mondo. Questo vuol dire dispendio di energia per il trasporto di acqua e per la produzione di neve, totalmente artificiale. Ma le aree grigie riguardo Neom non finiscono qui. Per la realizzazione della struttura si stima che circa 20mila persone saranno costrette a lasciare la propria casa, tra cui gli ultimi rappresentanti della tribù Howeitat, che da sempre popolano questa terra.

Le critiche

Sono molte le voci contrarie a questa iniziativa, soprattutto dal mondo occidentale.

Ma gli organizzatori rassicurano: “Trojena ridefinirà il turismo di montagna per il mondo creando un luogo basato sui principi dell’ecoturismo, evidenziando i nostri sforzi per preservare la natura e migliorare la qualità della vita della comunità, che è in linea con gli obiettivi della Vision 2030 del regno. Conferma anche il nostro impegno a far parte dello sforzo globale per la protezione dell’ambiente. Trojena sarà un’importante aggiunta al turismo nella regione, un esempio unico di come l’Arabia Saudita stia creando destinazioni in base alla sua diversità geografica e ambientale.

Questa visione lungimirante garantirà che il turismo di montagna fornirà un altro flusso di entrate per sostenere la diversificazione economica del Regno pur preservando le sue risorse naturali per le generazioni future” afferma Mohammed bin Salman, primo ministro dell’Arabia Saudita.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
2 Commenti
Il più vecchio
Il più recente Il più votato
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Valle Po: ai piedi del Monviso dopo 50 anni riapre una scuola – Mountain Genius
7 mesi fa

[…] 10 Ottobre 2022 0 […]

Valore Alpino, la nuova via di Matteo Della Bordella con la SMAM – Mountain Genius
6 mesi fa

[…] 10 Ottobre 2022 2 […]